Assemblea annuale St Pauli: fischi per Bornemann, applausi per il bilancio

17.12.2022 22:46 di Redazione StPauli   vedi letture
Il nuovo Cda
Il nuovo Cda
© foto di FCSP

Si è svolta oggi l'assemblea annuale del St Pauli alla quale ovviamente noi abbiamo preso parte. All'inizio dell'assemblea erano circa 1100 gli aventi diritto al volto ma molti erano ancora fuori: lunghe file per entrare e partenza dei lavori posticipata di circa 30 minuti. Un po' di tensione nell'aria (e qualche fischio) per il direttore sportivo Andreas Bornemann indicato come responsabile del siluramento di Timo Schultz. Bornemann ha spiegato che a suo avviso la squadra di quest'anno tecnicamente sarebbe anche più forte di quella che stupì tutti nello scorso campionato, soprendendo di molti soci di dichiarato diverso avviso.

Il discorso poi dalla presidenza è stato portato sul lato economico dove sono arrivate buone notizie: il bilancio annuale dei pirati è tornato ad essere in positivo dopo il Covid, risultato di tutto rispetto. Nell'ultimo anno fiscale il profitto consolidato è stato di €359,873.70 che va paragonato alla perdita dell'anno precedente di €5,750,891.74 dovuto al covid e agli stadi chiusi. Il fatturato è cresciuto a €50,320,738.91 nel periodo tra il 1 luglio 2021 to 30 giugno 2022 contro i €37,152,280.52 dell'anno precedente. Il St. Pauli ha anche registrato un aumento della liquidità, cresciuta da €7,760,482.81 dello scorso anno a € 8,109,617.67.

Infine è stato eletto il nuovo CdA: su 7 membri ben 4, ovvero la maggioranza, sono donne. Confermati Sandra Schwedler, Philippe Niebuhr e Sönke Goldbeck ai quali si sono uniti Kathrin Deumelandt, Inga Schlegel, René Born eAnna-Maria Hass.