Il Norimberga sbatte la porta in faccia al razzismo

La base ed i soci del 1. FC Norimberga sbattono la porta in faccia all'allenatore razzista
03.05.2021 12:34 di Redazione StPauli   Vedi letture
Il Norimberga sbatte la porta in faccia al razzismo

Riportiamo oggi un esempio di sport e di calcio che ci piace e che vorremmo vedere anche da noi in Italia, ovvero di uno sport e di un calcio che si ergono all’unisono contro il razzismo. I fatti: un ex allenatore di 32 anni (speriamo infatti che la sua carriera sia ora conclusa per sempre, ndr), Maximilian Knauer, lo scorso agosto viene allontanato dal Bayern Monaco dopo che lo stesso aveva appellato in maniera offensiva i giocatori che non fossero di chiara origine teutonica. Il terzo canale televisivo tedesco è riuscito ad accedere al contenuto di alcune chat interne risalenti alla stagione 2018/19 ed è ha scoperto come l’allora “allenatore” del settore giovanile si esprimesse nei confronti dei suoi giocatori: ai ragazzi di origine africana veniva dato dei "cammellieri", chi era di origine turca veniva definito "sporco turco". Scartava dei giocatori di cui al soggetto non fossero ben chiare le origini con giustificazioni del tipo "quel cognome non mi piace". Inoltre ha scritto cose del tipo "un porco ciccione. È un negro, vero?". Anche se solo di recente è venuto a galla tutto il lerciume dei dettagli che allora vennero tenuti lontano dai mass-media, questi sono i fatti per cui Maximilian Knauer fu più che giustamente buttato fuori dal Bayern Monaco. Alcuni giorni fa il Norimberga avrebbe voluto intraprendere per la nuova stagione un nuovo corso sportivo considerando il sopra citato ex “allenatore”. Appena avuta la notizia, i soci e tutta la base sportiva del Norimberga hanno apertamente ed aspramente criticato la dirigenza del "Club", come il Norimberga viene chiamato in Germania, e nel giro di sole 24 ore il nome dell’ex allenatore è sparito dalla lista dei papabili.
Questo significa fare associazionismo: nei momenti importanti e decisivi i soci e tutte le organizzazioni interne associative mettono la barra al centro e così si evitano cattive, o come nel caso riportato, pessime decisioni.
Forza e grazie al Norimberga, grazie al FC Bayern Monaco e a tutti quelli che seguono il modello associativo e grazie al Sankt Pauli per esser sempre in prima linea contro il razzismo!