Schulle deve restare!

Dopo l’esonero I tifosi dell'FC St. Pauli lanciano una petizione per l'ex allenatore Timo Schultz
08.12.2022 12:00 di Alessandro Gulberti   vedi letture
Timo Schultz
Timo Schultz
© foto di FC. St. Pauli

L’abbiamo scritto su tuttostpauli due giorni fa ed ancora lo shock per l’esonero di Schulle non è passato. Noi, come molti altri tifosi del St. Pauli, non vogliamo accettare il licenziamento dell'allenatore Schultz, capro espiatorio per una situazione che a parer di molti affonda le radici invece nella dirigenza, orfana d'idee e di competenze lacunose.

Nonostante le scarse prestazioni nella prima metà della stagione, la separazione dall'allenatore Timo Schultz ha infatti suscitato indignazione tra i tifosi del St. Pauli. E mentre la dirigenza è ancora alla ricerca di un nuovo allenatore, mercoledì, alcuni tifosi del St. Pauli hanno lanciato una petizione sul sito web Change.org con la richiesta che Schultz debba restare come allenatore all'FC St. Pauli.

***

Qui sotto la traduzione della petizione sul sito web Change.org:

***

Il 6 dicembre 2022, il direttore sportivo dell'FC St. Pauli, Andreas Bornemann, e il presidente, Oke Göttlich, hanno esonerato l'allenatore, Timo Schultz, amato dai tifosi e dai giocatori del St. Pauli.

La maggior parte dei tifosi dell'FC St. Pauli lo reputa un errore! Chiunque viva con l’FC St. Pauli non metterebbe mai alla porta, in questo momento, una figura identitaria come Timo Schultz (Schulle).

Chiediamo che il licenziamento di Timo Schultz e del suo staff venga ritirato!

Anche se la revoca del licenziamento/esonero dovesse comportare conseguenze personali per il presidente o il dirigente sportivo.

***

Il primo obiettivo della petizione erano “soltanto” 1.500 firme. Questo obbiettivo era stato già largamente raggiunto lo stesso mercoledì mattina. Successivamente, l'obiettivo è stato portato a 2.500 firme. Nel mentre le firme sono cresciute a 8800! (cifra aggiornata alle ore 14:00 del 9.12.2022)

Un firmatario ha scritto: "Ora che la persona responsabile (Andreas Bornemann, n.d.r.) si è resa conto che la pianificazione della squadra è stata sbagliata, Schulle viene sacrificato. Una linea di condotta inaccettabile. Qui è un altro il responsabile che deve prendere cappello e capotto ed andarsene".

Noi ci sentiamo di condividere la posizione di un altro firmatario, che scrive: "La decisione è tecnicamente, umanamente, moralmente sbagliata e contraria ai nostri valori... ed è l'ultima delusione di questa presidenza".

***

Cliccare qui per firmare la petizione sul sito web Change.org

***