Pirati senza confini: in Scozia decolla il progetto per i senza tetto

15.07.2021 22:12 di Redazione StPauli   Vedi letture
Pirati senza confini: in Scozia decolla il progetto per i senza tetto

Gary McNair è un lavoratore della Coca-Cola in uno stabilimento nei pressi di Glasgow, per la precisione East Kilbride. Soprattutto è una delle anime portanti del St Pauli Club East Kilbride che da una vita ha stretto un forte legame con le Brigate Garibaldi persino prima che queste nascessero, quando ancora gli italiani di St Pauli si riunivano dietro il vecchio striscione Cosa Nostra (in foto).

Gary ancora spesso viene ad Amburgo e a Millerntor ma questa volta balza agli onori della cronaca per la sua iniziativa benefica: la sua azienda, la Coca Cola, ha deciso di sostenere il suo progetto a favore degli homeless, i senza tetto, che abbondano in tutto il Regno Unito e conseguentemente anche nella sua East Kilbride. 

Homelss Project Scotland, si chiama l'Ong di Gary, che ha come scopo quello di offrire 4500 pasti per i senza tetto di Glasgow e dintorni. La Coca Cola ha donato 3500 sterline, mentre altre 50mila sono state raccolte da Gary attraverso varie iniziative benefiche. 

I fondi saranno usati per distribuire più coperte e lenzuoli e per aiutare le persone senza fissa dimora a stare al sicuro durante la pandemia e ad accedere ai dispositivi di protezione. Sarà inoltre acquistato un veicolo per raggiungere più persone bisognose di cure in meno tempo. 

L'articolo completo, in inglese, è disponibile cliccando qui.

Grazie e forza Gary!