Viva con Agua de St Pauli - due chiacchiere con Benjamin Adrion

17.05.2021 18:00 di Massimo Finizio   Vedi letture
Viva con Agua de St Pauli - due chiacchiere con Benjamin Adrion

Da associazione nasce associazione, la storia si ripete e la famiglia si allarga, si creano solidarietà, un nuovo modello, che non guasta, e anche molti di nuovi posti di lavoro. 

Dopo la bellissima trasferta storica dei Pirati a Cuba (leggi il report qui) i ragazzi tornarono certamente con una maggiore ispirazione per l'impegno sociale e sportivo. L'aver incontrato politici e la conoscenza di culture differenti portano a nuove visioni e progetti. Esattamente quello che succede ai nostri di ritorno che pensano appunto che un'altra via sia possibile, quell'"antico motto" sempre attuale dagli anni 80 del movimento politico dei sankt pauliani, scritto con le vernici da per tutto sui muri in quel periodo - Sankt Pauli ist die einzige Möglichkeit - il Sankt Pauli è l'unica via.

Benjamin Adrion, chiamato Benni da tutti noi, continua a giocare a calcio con i pirati, affascinato da questa atmosfera goliardica e musicale, la musica prende con se anche lui, nativo della austera Stoccarda, ma resta fulminato da questo incrocio di multietnicità e colori. Lui sarà uno dei grandi della stagione 2005/2006 dove con una squadra allestita in maniera parsimoniosa usciranno fuori tanti bei campioni che oggi anche voi conoscete. 

Uno su tutti il nostro allenatore Timo Schultz che in quella squadra era il motorino a centrocampo con il vizio del gol. Come anche il nostro amico H. Brückner che oggi siede nell´ufficio stampa dei Pirati, Fabio Morena, il capitano di origine napoletana che spesso, proprio in quel 2006, come fascia aveva scelto quella tricolore proprio per essere come un po' come tutti i pirati contro l'establishment centrale. Il nostro Benni invece è quello più attaccato all'associazione politica, vicino ai sentimenti di solidarietà e socialità, alla musica, ai progetti filantropici tanto che insieme ad altri giocatori, come Marcel Eger, fonda l'associazione 'Viva con Aqua de St Pauli' (e.V) per sostenere quelle terre con grossi problemi di acqua potabile. Più avanti il gruppo si allargherà inglobando tra i migliori ed affermati cantanti rock vicini al Sankt Pauli come Bela B, voce e fondatore dei "Die Ärtze", il nostro amico e vicino di casa, Mark Tavassol, bassista dei "Wir sind Helden", e tanti altri organizzandosi prima in ONG per sostenere le terre più lontane, poi costituendo anche una Srl per meglio poter commercializzare i prodotti. Infatti si tratta proprio di acqua che viene distillata e distribuita in oltre 20 nazioni. 

Questa idea di poter sostenere le nazioni meno fortunate non poteva che avere un enorme successo dopo che il Sankt Pauli aveva benedetto il progetto essendo stato il primo a ordinare la stessa acqua per il suo stadio. Non solo, anche i bicchieri di plastica in uso allo stadio del Sankt Pauli sono forniti da Viva con Agua, ed essendo con vuoto a rendere con un costo di 1,5€ succede che la maggior parte degli spettatori restituisce i bicchieri lasciando come obolo il costo iniziale, così da oltre 15 anni l'associazione ha potuto finanziare tantissimi progetti. Ma non solo, lo stesso sistema è usato ai concerti dalla maggior parte dei gruppi musicali per sostenere Viva con Agua, e le stesse Band spesso sostengono con concerti ad hoc le finalità filantropiche dell'associazione. Sono stati sostenuti centinaia di asili nido in tutto il mondo, a Cuba oltre 120 asili, dozzine in Nepal, in Etiopia sono stati costituiti piccoli gruppi locali per distribuire il bene tanto prezioso dell'acqua che scarseggia. Ed ancora in Madagascar, Namibia, Zimbabue, in Uganda ed in tante altre nazioni bisognose. Attività che non potevano che suscitare che scalpore e interesse nel mondo nostrano, tanto freddo e chiuso, che il bravo Adrion ha ricevuto dal Presidente della Repubblica tedesca la più alta onorificenza ovvero l'Ordine al merito di Germania. Noi in Italia continuiamo a sottovalutare le associazioni sportive e il mondo che le circonda come anche tutte le progettualità che nascono da questa immensa miniera sociale e politica. 

Alcuni anni fa la tifoseria del Norimberga, ospite a Sankt Pauli, visti i bicchieri, ed il fine sociale per cui erano adibiti, volle replicare il progetto Viva con Agua tanto che imposero all'associazione sportiva di stabilire la cooperazione con Benni Adrion.

Ormai sono innumerevoli i progetti e le cooperazioni che l'associazione ha stabilito negli anni, aprendo sedi in Svizzera, Olanda, Austria, California ed in Sud Africa dove in questo momento il nostro Benni risiede per avviare altri progetti. Proprio a Città del Capo sta partendo una nuova iniziativa: quella di 'Villa Viva', i nomi logicamente ormai sono tutti 'cubanizzati' dal ricordo fantastico di quel periodo. 'Villa Viva' diventerà dagli inizi di ottobre un nuovo veicolo a Città del Capo per creare una rete per tutti quelli che desiderano interagire con le persone locali usufruendo di abitazioni, anche a scopo turistico, logicamente immersi in un ambiente esclusivamente alternativo e solidale.

Con un sorriso Benni ci saluta via video, un sorriso di una persona che sa che la vita è bella e che si può fare molto anche con un semplice progetto solidale, dicendoci che la cosa migliore di un progetto è di sapere di essere contenti del proprio lavoro, l'importante è essere felici di quello che si sta facendo aiutando il tuo prossimo.

Viva Benni grazie, hasta siempre la victoria con Agua de St Pauli.