Hansa Rostock-St Pauli 2-3: il pirata Saliakas affonda il vascello dell'est

25.11.2023 17:40 di Redazione StPauli   vedi letture
Hansa Rostock-St Pauli 2-3: il pirata Saliakas affonda il vascello dell'est

Tutto esaurito a Rostock per una partita che comporta importanti misure di ordine pubblico: Hansa-St Pauli non è mai una sfida normale. Sono 2600 i tifosi del St Pauli presenti in trasferta: in totale 26500 spettatori (tutto esaurito) e inizio ritardato di qualche minuto a casa dello spettacolo di fumogeni messo in scena all'ingresso in campo. Nel St Pauli torna capitan Irvine dopo la squalifica e in panchina dopo più di 8 mesi si rivede finalmente Maurides.

L'inizio di partita è da incubo: l'Hansa dopo appena 8 minuti colpisce prima un palo e poi nella stessa azione ottiene un calcio di rigore per fallo di mando di Smith (doppio tocco con le braccia che aumentano consistentemente il volume del corpo): decisione corretta e Junior Brumado al minuto 9 porta in vantaggio i padroni di casa.

Ancora una volta - recentemente è capitato abbastanza di frequente - il St Pauli si trova ad inseguire. Gli bastano però poco più di 8 minuti per ribaltare completamente la situazione. Il pareggio arriva con il greco Manolis Saliakas: da 25 metri gran tiro sotto l'incrocio che si candida prepotentemente a gol del weekend (15'). Passano appena 4 minuti e ancora una volta Saliakas dalla destra mette in mezzo per l'inserimento di Hartel, la cui prima conclusione è respinta da Kolke, estremo difensore avversario, mentre la seconda gonfia la rete (19'). Al minuto 23 arriva invece il colpo di biliardo di Afolayan che permette ai pirati di andare al riposo col doppio vantaggio.

Nella ripresa il St Pauli controlla bene e spreca con Saad la palla del possibile 1-4 e, forse per essersi rilassato un po' troppo presto, il St Pauli subisce la rete della paura: Mets trattiene in area un avversario e per l'Hansa arriva il secondo rigore di giornata. Sul dischetto Brumado non sbaglia e fa 2-3 (80'). Nel finale la partita ovviamente si riapre e diventa incandescente, gli anseatici in pieno recupero arrivano ad un soffio dal pareggio ma nonostante la sofferenza i ragazzi di Hürzeler espugnano Rostock e ristabiliscono le distanze sull'Amburgo secondo in classifica a -3.

Ora testa al derby: venerdì 1 dicembre ore 18,30 a Millerntor. Ne vedremo delle belle.