St Pauli-Norimberga: alle 13 scatta il nuovo campionato (con vecchi incubi)

15.07.2022 23:08 di Stefano Severi Twitter:    vedi letture
Fazliji e Bornemann
Fazliji e Bornemann
© foto di FCSP

Dove ci eravamo lasciati? Ah sì, era lo scorso 30 aprile e al minuto 90 di un tesissimo St Pauli-Norimberga la classifica di Zweite Bundesliga, a due turni e qualche minuto di recupero dalla fine, era la seguente: Schalke 04 e Werder 57 punti, St Pauli 56. Con lo scontro diretto Schalke-St Pauli al turno seguente. Poi il dramma nel recupero: lo Schalke segna e vola a 59 mentre il St Pauli viene raggiunto dal Norimberga e cade a 54: fine dei giochi.

Ricomincia così, con il peggiore dei ricordi, con la partita che ha spezzato i sogni promozione, il campionato del St Pauli. Un campionato difficile, senza grandi corazzate che dopo i cugini innominabili vede proprio il Norimberga, avversario domani alle 13 a Millerntor, tra le favorite. Ci sarebbe anche l'Hannover nel lotto di testa, ma stasera nella partita inaugurale del campionato ha già perso 2-1 col Kaiserlautern. 

Torniamo al St Pauli che oggi ha presentato un altro acquisto, il difensore nazionale kosovaro Betim Fazliji, proveniente dal St Gallo, serie A svizzera. Si tratta di un rinforzo quantomai necessario per il reparto arretrato che per parecchie settimane dovrà fare a meno del colpo grosso del mercato estivo, David Nemeth (oltre al lungodegente Avevor che ha saltato l'intero scorso campionato). Però Fazliji, classe 1999, pur classificato come difensore centrale (come Nemeth) è più in incontrista e ama posizionarsi davanti alla difesa, pur all'occorrenza giocando anche nella linea più arretrata. 

Gli investimenti del St Pauli sono stati quindi prevalentemente in difesa: 1,3 milioni di euro per Nemeth e 800 mila euro per Fazliji. L'unica altra spesa è rappresentata dai 600 mila euro per la puntata Jojo Eggstein. In uscita sono arrivati invece 4,5 milioni per Kyereh al Friburgo e 500 mila euro per Burgstaller al Rapid Vienna. Fa però molto male la perdita a zero di Finn Ole Becker all'Hoffenheim.

Tra le tante assenze va ricordata anche quella del portiere Vasilj che si è infortunato un dito questo settimana ed è stato già operato: partirà titolare Smarsch, l'eroe della passata Coppa (e della vittoria sul Borussia Dortmund).

Che campionato sarà per il St Pauli? Molto probabilmente di sofferenza anche se le incognite sono tante. Il direttore sportivo Bornemann ha lavorato tanto sulla difesa e al tempo stesso ha rinnovato profondamente l'attacco (a proposito: fuori anche il centrocampista offensivo Amenyido) e le amichevole estive sono state tutte all'insegna della grande sofferenza. Tradotto: solo contro i croati dell'NK Istra si è arrivati al gol mentre la porta non è mai rimasta inviolata.

Proprio la difesa è stato il grande problema della passata stagione: in tutto il girone di ritorno si è contata una sola partita chiusa senza subire reti. E quando Burgstaller ha smesso di segnare la squadra è andata in crisi. Riusciranno ora Matanovic e Jojo Eggstein a garantire i gol e gli assist del duo Kyereh-Burgstaller?

Il sito della tv del nord della Germania NDR ha scritto che il St Pauli è la squadra delle sorprese ma in conferenza stampa il tecnico Timo Schultz, alla sua terza stagione al St Pauli, ha detto che non ha senso al momento porsi degli obiettivi. Domani pomeriggio sapremo qualcosa in più ma non dovremo meravigliarci se l'inizio sarà tutto in salita.