Un esempio da seguire: Cosenza nel cuore

24.11.2022 22:25 di Massimo Finizio   vedi letture
Un esempio da seguire: Cosenza nel cuore

Nell’Italia pallonara si fanno sempre più notare le realtà associative che propongono e sostengono la partecipazione attiva dei tifosi alle sorti del proprio Club. Vale la pena segnalare l’associazione Cosenza Nel Cuore. Nata nel 2013, propone proprio questo nuovo (per l’Italia) modo di identificare il tifoso. Da uno studio sulle esperienze tedesche, Cosenza Nel Cuore, sostiene e diffonde il concetto di partecipazione dal basso, privilegiando attività, progetti e iniziative che mirano all’aggregazione, all’elevare il senso di appartenenza alla propria fede calcistica per i colori rossoblu del Cosenza Calcio. Ha stretto rapporti con diverse associazioni del territorio nazionale e tedesche, ma la peculiarità di questa associazione, che conta un centinaio di membri, sta nell’essere presente nel tessuto sociale e culturale della città Brutia e della sua estesa provincia, mantenendo quel legame di fondo calcistico.

Dal progetto Hall of Fame, completamente autofinanziato, che ha convogliato tanti tifosi, nel sottopasso calpestato dai calciatori ad ogni ingresso in campo, spinti dal vedere storiche gigantografie di calciatori rossoblu nella lunga storia ultracentenaria del Club, a iniziative benefiche di raccolta fondi. Da progetti che hanno coinvolto il quartiere storico del capoluogo, a incontri nelle scuole e adesioni a iniziative istituzionali che promuovono la lettura e la musica, recente è stata la partecipazione ai progetti “Patto per la Lettura” e “Amici dell’Orchestra Sinfonica Brutia” del Comune di Cosenza. Insomma, un’associazione a 360 gradi, che spinge la fede calcistica in ogni ramificazione socio culturale cittadina.

Significativo è anche l’evento annuale del Premio Marulla, dedicato al compianto Gigi Marulla, mai dimenticato, bandiera rossoblu del calcio cosentino. L’iniziativa coinvolge ogni anno la tifoseria e la società del Cosenza Calcio, per eleggere il miglior giocatore della stagione. Perina, Dermaku, Palmiero, Falcone e quest’anno l’ultimo premiato Aldo Florenzi, un riconoscimento importante perché prodotto del vivaio cosentino. Nell’ultimo Gran Galà di premiazione, oltre al sempre presente Kevin Marulla, Team Manager del Club, è intervenuto anche il presidente del Cosenza Calcio Eugenio Guarascio. Un segnale importante per andare nella direzione del massimo coinvolgimento dei tifosi alla vita del club.