La vera Superlega ce l’abbiamo noi

26.05.2021 22:02 di Redazione StPauli   vedi letture
La vera Superlega ce l’abbiamo noi

I campionati sono appena finiti, con gioie e dolori sportivi che ogni anno possono portare ai sostenitori dello sport più bello del mondo. Chi va nelle Coppe, chi retrocede, chi sale in serie A e chi, come i nostri cuginetti, vive di soli ricordi essendo ormai pianta stabile della serie B tedesca. Abbiamo sempre spiegato che in Germania per potersi iscrivere a tutti i campionati sportivi di qualsiasi sport bisogna essere una associazione o un dopolavoro: parole strane che noi abbiamo  (link Genoa e Lazio) dimenticato ma che rimandano alla tradizione storica. Si tratta del richiamo alle radici nel loro territorio, magari anche a parti non belle della loro storia, alla loro fondazione: storie di emigrazioni e di integrazioni, chi più e chi meno.

Queste associazioni hanno anche oltre 150 anni di storia (si veda il caso del Monaco 1860) con racconti di passioni e di sport che purtroppo noi abbiamo dimenticato, in nome di una professionalizzazione che non è mai avvenuta. Il prossimo anno inizierà il primo periodo post Virus con la speranza che anche lo Sport possa unire e farci abbracciare di nuovo come sempre ha fatto. Noi vogliamo come sempre analizzare chi troveremo ai nastri di partenza il prossimo anno nei due massimi campionati in Europa, ovvero le due serie della Bundesliga la 1 e la 2 (come noi sempre le chiamiamo in italiano la serie A e B tedesca).

Il Bayern ormai arrivato al suo nono campionato (come la Juve nostrana) si fermerà probabilmente nel filotto di vittorie consecutive: un giovane mister (ma non inesperto, Nagelsmann) in arrivo e tanti giocatori che hanno lasciato la barca bavarese. Forse potrebbe essere veramente la volta del Lipsia che certo non gode della nostra approvazione. Oppure  potrebbe essere di nuovo la volta del Borussia Dortmund, al quale mancheranno invece i 6 punti dei Reviererby, essendo retrocesso lo Schalke 04. Ebbene sì, lo Schalke insieme al Werder Brema sono quest’anno retrocesse in serie B: potrebbe anche scendere dopo gli spareggi anche il Colonia (sconfitto oggi 1-0 nel match d’andata da Kiel). Queste tre formazioni rappresenteranno quella enorme tradizione sportiva tedesca anche nella serie minore che per il prossimo anno diventerà la vera Superliga. Non ci credete? Seguiteci con il nostro ragionamento e racconto storico sportivo.

Se andiamo a vedere la lista delle associazioni sportive che giocheranno in serie A tedesca, tolto il Bayern Monaco abbiamo una serie lunghissima di nomi senza scudetti o coppe vinte: dal Magonza per passare all’Union Berlino, all’Hoffenheim, Bielefeld, Augusta, Bochum ed anche logicamente al Lipsia. Invece se vediamo la nuova Superlega della serie B in Germania questa sará senza ombra di dubbio non solo una superlega storica ma anche il campionato con più titoli e coppe vinte dai partecipanti del prossimo anno. Logicamente a questa lista non partecipa il nostro St. Pauli non avendo mai vinto nè uno scudetto nè una Coppa di Germania. Ma andiamo con ordine e stropicciatevi gli occhi nel vedere quale storicità e potenzialità sará il prossimo anno la Superlega Bundesliga 2. Innanzitutto il Norimberga che nella lista delle associazioni con piu titoli vinti in Germania sta al terzo posto con addirittura 9 scudetti e diverse Coppe di Germania (l’ultima vinta proprio oggi, 14 anni fa). Poi aggiungiamo logicamente i nostri cugini dell´Amburgo che di titoli ne hanno 6 oltre ad 1 Coppa dei Campioni ed una Coppa delle Coppe. Il Fortuna Dusseldorf ne ha solo 1, ma il Karlsruhe ne ha 2 con due denominazioni differenti; anche l´Hannover ne ha 2. La lista prosegue con Aue (link) che di scudetti ne ha addirittura 3 nella ex DDR, mentre la Dynamo Dresda che è appena ritornata in serie B di scudetti dell’est ne ha 8. In serie B torna anche il Rostock, non certo ben venuto dai pirati ma pur sempre con 1 scudetto vinto e precisamente l´ultimo della storia della DDR nel 1991. Lo spareggio lo giocano il Colonia con 3 scudetti contro il Kiel che pochi sanno essere vincitore 1 scudetto. Non possiamo poi dimenticare lo Schalke appena retrocesso con ben 7 titoli in bacheca, Coppe di Germania e Coppe Uefa, come anche il Werder Brema che porte in dote non solo 4 scudetti ma anche coppe di Germania, Supercoppe e tanta storia sportiva europea. Il calcolo quindi non solo legato agli scudetti ma anche alle varie coppe europee vedrà il prossimo anno la Superlega giocarsi nella serie B tedesca avendo il doppio dei titoli della prima serie tedesca (a parte il FCB).

La prossima Superlega europea sarà quindi senza ombra di dubbio la sere B tedesca: noi non ci stancheremo di scrivere che le radici storiche non si possono dimenticare: senza di quelle non si può mai guardare al futuro.

Grazie di esistere Sankt Pauli, grazie al modello associazionistico storico e alla riorganizzazione tedesca, evviva la Superlega Bundesliga 2.