BSC Berna la vera storia dello Sport Popolare che vince sempre

25.11.2021 12:00 di Massimo Finizio   vedi letture
BSC Berna la vera storia dello Sport Popolare che vince sempre
TUTTOmercatoWEB.com

Abbiamo imparato a conoscere lo Sport Popolare e il modello associativo del Sankt Pauli ma anche quello del Porto (link) o del Benfica (link), i modelli olandesi (link) ed anche le associazioni di pallavolo come lo Schwerin (link). Oggi andiamo sulla baita di Heidi in Svizzera: vi immaginerete valli e tante mucche, o forse a Berna vi aspettate le famose banche che nascondo capitali inimmaginabili. Magari pensate che la piccola Svizzera non abbia nessuna esperienza calcistica, in fondo siamo noi che siamo arrivati dietro loro e non viceversa. Certo che da noi tutti scrivono con paroloni sulla nostra Dea Atalanta, spettacolare favoloso quasi in contro tendenza quello che fanno Percassi e Gasperini: certo sono sempre una SPA. Questo il loro punto forse unico negativo. 

Il Berner Sport club (associazione sportiva quindi) nasce nel vicino 1898 quando alcuni sportivi e studenti ginnasiali si riuniscono insieme per delle partite amichevoli che giocano tra loro a Berna. Formano lo Young Boys in quanto giovani studenti ma vengono subito avvicinati dalle altre formazioni come il FC Berna o le vecchie glorie Old Bys.Tutti li vogliono con loro, finendo quindi nel fondare il 14.03.1898 il Berner Sport Club mantenendo il nome ufficiale di Young Boys e accettando tutti lo statuto associativo (proprio come il Sankt Pauli) che riuniva tutti nella stessa casa. I colori venivano presi il giallo ed il nero, ovvero quelli in origine dei ragazzi del ginnasio che in quel periodo formano il settore giovanile. 

Tenete conto che siamo agli albori dello sport in Europa e da noi siamo solo agli inizi: il presidente del futuro Torino calcio sarà proprio uno svizzero, mentre la Juventus (nata come sport club quindi associazione sportiva) è stata fondata prima dello Young Boys sempre grazie a degli studenti ginnasiali. 

Oggi noi guardiamo al piccolo stadio, alla associazione sportiva di Berna alla quale nessuno dei grandi giornali sportivi italiani butta un´occhio e regala due righe di complimenti, cercando di esaltare solo le gesta della nostra Dea Atalanta! 

Giustamente la Dea Bergamasca sta facendo un grandissimo sforzo sportivo e alla quale vanno i nostri complimenti ! 

Lo stesso vale per i nostri svizzerotti come li chiamano e sottovalutiamo sulla penisola italica. Lo Sport Club di Berna ha oggi oltre  22.000 soci e tra le altre discipline vengono praticate nuoto, hockey e baseball. Nel calcio vantano una grande tradizione, soprattutto relativamente al settore giovanile!

Inoltre uno dei valori aggregativi é la lotta contro il razzismo e per la integrazione, da anni esistono anche associazioni di LTGB: questo è il valore dello sport popolare e come abbiamo visto che sportivamente non ha nulla da invidiare a nessuno in Italia! 

Forza associazione sportiva di Berna ,un altro modello per i nostri italiani capitalisti!